galleggiante

Non sei tu, sono io

Non sei tu, sono io

È capitato a tutte: conosci uno carino, uno a posto, di quelli goffi ma in modo carino, uno che ci prova sul serio, con garbo, che si sforza di ascoltarti anche se lo sai che vorrebbe solo baciarti. Sì, a tutte. E tutte ci siamo lasciate coinvolgere dal Chandler di turno, nonostante quelle camicie ridicole […]

Continue reading
Dignità

Dignità

Venerdì 7:00 Parte la prima sveglia, una sorta di sirena di fabbrica lanciata a volumi stratosferici. Ci vogliono almeno 5 minuti perché venga fermata ed è comunque uno stop temporaneo. 7:15 Suona la mia, di sveglia. L’intro di “Foundation” di Kate Nash, un paio di note di piano tenute lunghe prima che arrivi la voce […]

Continue reading
molleggiatissimo

molleggiatissimo

Sono arrivato un giorno di gennaio e le ho subito voluto bene. Non tanto per la grazia che ha messo nel liberarmi dalle cinghie con cui avevo viaggiato, né per l’attenzione con cui mi ha mostrato il mio posto. Le ho voluto bene per l’entusiasmo con cui mi si è buttata addosso: felice di avermi […]

Continue reading
Girl power

Girl power

Stamattina, all’ora in cui di solito mi faccio il bidè, salgo su questo Freccia diretto a Torino e scopro, appena seduta, che nel salottino affianco a me si piazza un’allegra famigliola composta di Mammina, Paparino, figlia grande al massimo 6enne con lo sguardo di quella che è già stanca della vita e numero due fratellini […]

Continue reading
La Quinoa

La Quinoa

Mi ha chiamato Stefania per sapere come cucino la quinoa. Lì per lì l’ho mandata al diavolo, poi abbiamo riso di gusto. Sono due anni che non cucino la quinoa e la verità è che alla fine mi sono dimenticata la ricetta. Era aprile e negli uffici del Gruppo regnava il caos tipico delle campagne […]

Continue reading
La metà al buio

La metà al buio

Il sistema nervoso altro non è che l’impianto elettrico del nostro corpo. Quando s’interrompe una parte del corpo rimane al buio, senza elettricità. E allora quella parte diviene un peso, un ostacolo, quasi un nemico da portarsi dietro. Alle volte, come per una strana magia, il sistema nervoso crea piccoli corti circuiti per cui illumina […]

Continue reading
Rotolino

Rotolino

Era successo di nuovo. Succedeva ogni volta. Si chiamava Marta e faceva la cassiera al supermercato. Una ragazza semplice, niente fronzoli, nessuna ambizione: un personaggio abbastanza grigio, al solito. Dopo un paio di settimane passate in chat, l’avevo invitata a bere un aperitivo al molo, nulla di speciale. Marta aveva denti piccoli e labbra sottili. […]

Continue reading
La torta

La torta

Che giornata, cavolo, che razza di giornata! Eh sì che ieri pensavo che peggio non potesse andare e invece… questo inverno mi ucciderà. Già il solo fatto di uscire che è tutto buio. Terribilmente buio. Poi tutta ‘sta ressa in autobus… e i riscaldamenti… ma che mal di testa, quest’aria è irrespirabile! Sì, ci manca […]

Continue reading
una maestra col pelo

una maestra col pelo

Facebook mi ricorda che 6 anni fa, c’è stato un momento in cui Lei, la padrona di casa dei miei, non era ancora così padrona e il solo entrare in casa era una conquista. Mi ricorda che c’è stato un tempo in cui nelle nostre vite non esisteva Mira. Mi ricorda che la vita me […]

Continue reading
Road to Dreams 

Road to Dreams 

Oggi è “il giorno, quel giorno”. Così lo ha chiamato la segreteria della scuola, nella email della settimana scorsa. Lì per lì l’ho trovato un po’ retorico, dai, quasi presuntuoso. Però, in effetti, oggi è il giorno in cui comincio una cosa che è tutta per me, calibrata sui miei sogni più che sull’utilità che […]

Continue reading
Il sabato di formazione 

Il sabato di formazione 

Torno alle 2:30 a piedi. Passato Scalo San Lorenzo, casa non è distante, saranno 15 minuti, ma stanotte mi sembrano eterni, sarà che ho sbagliato lo stretching dopo la corsa.Mi strucco a grandi linee e svengo. La sveglia è alle 6:30. Non ho ancora capito come sia possibile farcela. Breve ispezione mentale: muscoli doloranti, tutti; […]

Continue reading
Il tema di quinta

Il tema di quinta

Giugno 1993. All’ultimo piano della scuola elementare “Carlo Collodi” di Pesaro i 24 allievi delle quinta stanno sostenendo il loro primo esame. La Maestra Paola, una signora dinamica e sempre elegante, li ha presi in consegna 3 anni prima. In questi anni li ha visti crescere, aiutandoli a sbocciare. Ha insegnato loro a soffiarsi il […]

Continue reading
Il mio Grasso Grosso Dirty Dancing

Il mio Grasso Grosso Dirty Dancing

Una cosa che mi lega tantissimo a Dirty Dancing è la colonna sonora. Quella con la copertina bianca, la scritta anni ottantissima in rosa shocking e la coppia di ballerini da un lato. Insieme a Notti Magiche, di Bennato e Nannini, è stata la cassetta più ascoltata in macchina con mia nonna. Proprio così, Nonna, […]

Continue reading
SVEGLIATITALIA ma svegliati davvero!

SVEGLIATITALIA ma svegliati davvero!

Ieri io e Fiosky siamo andate alla manifestazione in favore delle unioni civili al Pantheon. Ci saremmo andate comunque, in più lei doveva anche fare copertura per la testata online per cui lavora. Abbiamo mangiato della pizza per poi prendere la metro. Prima, a casa sua, avevo dato un nuovo scopo alla mia collezione di rossetti, disegnandomi […]

Continue reading
Buon Natale ma anche meno.

Buon Natale ma anche meno.

L’ultima CENADIAUGURI (tuttoattaccato) è finita alle 11 ma è anche stata bellissima e mi ha lasciato il tempo per fare dei bagagli a caso. Non ho idea di cosa ci abbia messo dentro, alla fine e, sicuro come la morte, morirò di freddo perché la differenza di clima con Roma è la prima cosa che […]

Continue reading
Fiò 

Fiò 

Fió, ha un pizzetto ricciuto che sporge appena dalla barba e porta gli occhiali. Fiò, in realtà, si chiama Vincenzo e i suoi genitori parlano con accento siciliano a differenza del figlio, bolognese senza ombra di dubbio.

Continue reading
riconoscersi

riconoscersi

C’era una volta una studentessa in jeans e camicetta che vagava per i corridoi della Facoltà di legge. Non sapeva bene chi fosse ma iniziava a credere di sapere cosa non volesse essere: una che studia solo il libro. Sembra un inizio banale e di certo lo è. Ci sono montagne di film adolescenziali che iniziano così […]

Continue reading
SUSHI MOJITO PARTY – le regole

SUSHI MOJITO PARTY – le regole

Se iniziamo una tradizione, facciamolo come si deve. Regola numero UNO: A differenza del Fight Club si può parlare del Sushi Mojito Party. A condizione che si usi l’hashtag #SushiMojito. Regola numero DUE: Se la tua filosofia è “L’importante è partecipare” sei una persona dolcissima e sono felice di esserti amica ma tu non stai […]

Continue reading