Le storie dell'armadio

La terna dei finalisti!

La terna dei finalisti!

La giuria ha concluso il suo lavoro, e fra gli oltre 230 racconti arrivati al gioco letterario «Le storie dell’armadio» organizzato da Vib-Spazio Vibrissae, l’atelier creativo gestito a Verona da Federica Sgaggio, ha scelto la terna dei finalisti. Sono: – Davanti allo specchio, di Stefano Verziaggi di Thiene (Vicenza); – La trousse, di Lucia Settineri […]

Continue reading
Verso la finale del 16!!!

Verso la finale del 16!!!

Amici cari, amici belli. Comincio a ricevere messaggi in cui gli autori degli oltre 230 racconti che sono arrivati al gioco Vib «Le storie dell’armadio» mi chiedono conto e ragione dei risultati.   Perciò, ecco un riepilogo.   In questi giorni i sei giurati – quorum ego ( per i loro nomi, vedi qui) – […]

Continue reading
E insomma, fin qui siamo arrivati!

E insomma, fin qui siamo arrivati!

Okay. Direi che il gioco Vib «Le storie dell’armadio» è ufficialmente chiuso. I racconti arrivati sono stati duecentotrenta, e sono enormemente grata alle persone che si sono prese la briga di scrivere una storia. È stato un successo che ha superato di molto le aspettative che avevo. Credo che la gran parte del merito vada […]

Continue reading
La guerra dei bambini

La guerra dei bambini

di Giulia Bernardi Sono quattro giorni e cinquantadue minuti che siedo nell’armadio. Un amico generoso mi passa dei biscotti sotto alla porta. Il buio è totale, primitivo, un’uniforme ed opprimente coperta senza buchi. È un semplice armadio a muro in legno verde pastello, fornito però di una porticina che si apre in un passaggio lungo […]

Continue reading
Pelle di lucertola

Pelle di lucertola

di Paola Cerri Non c’è niente che mi dia una maggiore sensazione di freddo e di lontananza. L’ho provata per la prima volta quando ero piccola e mia madre mi ha spiegato di cosa fosse fatta la borsetta elegante che portava nelle occasioni speciali. Allora mi è tornato in mente l’animaletto che mi ero ritrovata […]

Continue reading
L’abito bello

L’abito bello

di Anna Zegarelli Non ti posso indossare. Sei lì sulla gruccia, mi segui da tempo. Eppure ho intatto il ricordo di quando mia madre ti disegnò, ritagliò il modello sulla carta velina. E ti realizzò con questo colore, rosa carico. Con questo tessuto, in shantung di seta. Prima ti imbastì, poi ti misurò su di […]

Continue reading
Testimonianza

Testimonianza

di Ambra Leonardi Nessuno mi può ascoltare. Lei quasi sempre dorme. Quando non dorme, non parla con me. Se le parlo io, resta muta e immobile, priva di sguardo. Credo che la sua mente non abbia retto, semplicemente. Sarà lei la prossima, sarò io? A lei, dopo una vita insieme, non importa. Quando usciamo, la […]

Continue reading
Profumo di gioventù

Profumo di gioventù

di Marta Minardi Era nel cassetto tra foulard e sciarpe, una scatolina bianca con una rosa in oro e la scritta Lancôme, un regalo da Parigi, per me, allora matricola di scienze a Padova, un regalo inaspettato da un compagno di corso che per Capodanno era andato a vivere la «vera vita», per una settimana […]

Continue reading
La maglia rossa

La maglia rossa

di Alessandro Albarelli Giuro che ci ho provato. La maglia rossa, lì, in basso a destra… me la sono messa una volta per andare all’iper a comprare due cosucce. Lo vedete, no, il mio scompartimento nell’armadio? Ti vesti da vecchio, mi dicono; sei sempre così scuro, si lamenta la mia compagna, ne guadagneresti in simpatia! […]

Continue reading
Il cappello che calza come un guanto

Il cappello che calza come un guanto

di Andrea Nicolai Ho un cappello di lana strambo, è variopinto e a forma di mano. Se lo indosso facendone ricadere le ipotetiche dita all’indietro potrei sembrare un rastafariano preda del flower-power; se lo infilo in modo da farle stare ritte a mo’ di cresta, do proprio l’idea di un nostalgico punk a corto di […]

Continue reading
La minigonna arancione

La minigonna arancione

di Rosalba Annunziata No, proprio non riesco a liberarmi degli oggetti. Anche quando posso misurare in anni il tempo del loro mancato utilizzo, non riesco a liberarmene. Quindi, affinché questa mia abitudine non diventi patologica, ho deciso di abbandonare tutti gli oggetti rimasti inutilizzati per almeno due anni. Una strategia, questa, che mi ha aiutato […]

Continue reading
Il cacciatore di stoffe

Il cacciatore di stoffe

di Maria Chiara Maccolini e Irene Penazzi Dicono non sia facile trovarlo, sommerso da rotoli e sciarpe di seta, nella sua casa tutta ricoperta da strati di stoffa. Dicono che accanto alla porta ci sia un campanello strano, un bottone turchese come la sua camicia, e che quando si affaccia alla finestra il suo viso […]

Continue reading
Davanti allo specchio

Davanti allo specchio

di Stefano Verziaggi «È da sfigati», ha detto Mattia, e ha inspirato una boccata di fumo. Di solito è sincero nei suoi consigli, ma nel caso specifico non so se sia accecato dall’antipatia che ha per Eva. Non l’ha mai sopportata, questa è la verità, anche se l’ha vista solo di sfuggita, e hanno avuto […]

Continue reading
La bestia

La bestia

di Santina Fratti Mia mamma è una iena. Ho provato per oltre quarant’anni a sottrarmi alla presa; in realtà l’avevo sempre al collo, pressante, invadente, e soprattutto, infelice. All’inizio della mia avventura con lei ho pensato di essere la causa di tutta quella infelicità che sgorgava da ogni poro e, se possibile, addosso a me. […]

Continue reading
La cartomante

La cartomante

di Marta Paris Davanti al palazzo bianco c’è una lunga fila di persone. Molte si specchiano nella porta di vetro automatica, altre si grattano la testa. All’interno la gente si disperde in fretta, le insegne luminose dei locali confondono i pensieri. Arturo entra, inciampa, chiede scusa all’uomo di fronte a lui, cerca l’insegna dove c’è […]

Continue reading
Écru

Écru

di Simona Di Cesare Il marciapiede era coperto da un tappeto di piccole foglie che danzavano al ritmo incalzante di un vento freddo di inizio inverno. Muovendosi, producevano un suono simile alla pioggia, quando cade all’improvviso. La nebbia aveva cominciato ad avvolgere quel che restava del ricordo di quei luoghi ed io sentivo il freddo […]

Continue reading
Bianco & oro

Bianco & oro

di Paola Bregni Il vestito mi scivolò dalle spalle lungo la schiena, posandosi a terra con la leggerezza di una piuma. Come una piuma di ali di gabbiano era bianco. E come un gabbiano mi sentii librare nell’aria con ogni parte di me. Luca non era più l’immagine che infinite volte avevo sognato a occhi […]

Continue reading
Il sogno bandito di un rosso k-way

Il sogno bandito di un rosso k-way

di Nico Dammacco «Come potrei mai dimenticarmi della prima volta che lo vidi? Ero in una busta di cartone e mi colpì subito con i suoi raggi dorati, che come braccia materne mi scaldarono, facendo ribollire per la prima volta il mio tessuto sintetico e i miei sensi. Pensai che era magnifico, pieno di dignità […]

Continue reading
E la storia continua

E la storia continua

di Rosa Anna Rinaldi Scrivere un testo che ha come protagonista un indumento mi è sembrata un’idea alquanto bizzarra, da scartare. Ma il pensiero vi ritorna in una pausa di distensione, sì, di distensione sul letto causa mal di schiena. Ecco che la voce dall’armadio si fa spazio. E già. Fra i tanti capi, cravatte, […]

Continue reading