ytali

Brava Mogherini, l’unica che va all’attacco per la difesa europea

Brava Mogherini, l’unica che va all’attacco per la difesa europea

ROBERTO DI GIOVAN PAOLO Federica Mogherini ha il merito certamente di saper tener conto più della sua “grazia di stato” che non del suo stato, , quasi mai di grazia (per l’ Europa, per l’ Italia per quello che accade), non certo per colpa sua. Federalista, da sempre impegnata nel settore europeista e del volontariato […]

Continue reading
Presunti innocenti nella gabbia dell’indifferenza

Presunti innocenti nella gabbia dell’indifferenza

GIORGIO FRASCA POLARA Nelle carceri italiane crescono i presunti innocenti, cioè i detenuti in custodia cautelare, in attesa di processo. Sono più di un terzo di tutti i reclusi. E sino a sentenza definitiva vale per loro il principio costituzionale che “l’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva”. È questo il dato più […]

Continue reading
“Venezia chiama Boston”. ytali. conversa con gli autori, Busacca e Rubini

“Venezia chiama Boston”. ytali. conversa con gli autori, Busacca e Rubini

GIUSEPPE SACCA’ Oggi, giovedì, in piazzetta Battisti, al Festival della Politica, alle ore 18 si presenta il libro fresco di stampa “Venezia chiama Boston. Costruire cultura, innovare la politica” di Maurizio Busacca e Lucio Rubini edito da Marcianum Press. Il libro suggerisce azioni capaci di rilanciare lo spazio metropolitano prendendo a oggetto principale dell’analisi Venezia […]

Continue reading
“Quando lo straniero era considerato un ospite”. Parla Giacomo Marramao

“Quando lo straniero era considerato un ospite”. Parla Giacomo Marramao

  VERA MANTENGOLI In origine la parola ospite indicava lo straniero, il foresto, il pellegrino. Gli ospiti erano quelle persone che arrivavano da lontano in un luogo sconosciuto. Necessitavano protezione, ma portavano anche racconti da mondi differenti. Era proprio quella diversità a renderli un arricchimento. Oggi lo straniero rappresenta per molti la minaccia, ma come […]

Continue reading
La politica torna in piazza. Il Festival di Mestre

La politica torna in piazza. Il Festival di Mestre

GIUSEPPE SACCA’ Inizia dopodomani, 7 settembre, la VIᵃ edizione del Festival della politica (programma completo su http://www.festivalpolitica.it) e così da Mestre continua ad arrivare un importante segnale per la politica nazionale: un festival interamente dedicato ad essa è capace di animare la città per quattro giorni (più una serata d’anteprima) raccogliendo una grande risposta da […]

Continue reading
Perché la comunicazione di Trump può funzionare ovunque

Perché la comunicazione di Trump può funzionare ovunque

DINO AMENDUNI Donald Trump può davvero vincere le elezioni americane? Il suo stile di comunicazione, che a molti analisti appare bizzarro ed esagerato, è davvero incompatibile con il ruolo di presidente degli Stati Uniti? A queste domande di estrema attualità ha cercato di rispondere George Lakoff, uno dei più importanti linguisti ed esperti di psicologia […]

Continue reading
Referendum. Il mio no, anche al no dell’Anpi di Bologna

Referendum. Il mio no, anche al no dell’Anpi di Bologna

PIERGIORGIO PATERLINI Sono uno di quei cittadini che probabilmente voterà no – ci penserò fino all’ultimo secondo, credo – al referendum. Per l’inaccettabile segno autoritario che, come tanti, vedo nel rapporto fra riforma costituzionale e legge elettorale. E perché l’idea del “meglio fare qualcosa di sbagliato che niente” la lascio volentieri a qualcun altro. Ma […]

Continue reading
Trump enigma per tutti: per Hillary, e anche per… Donald

Trump enigma per tutti: per Hillary, e anche per… Donald

ROBERTO DI GIOVAN PAOLO Con la candidatura di Donald Trump sembrerebbe essere ritornati (ma forse non è cosi…) a un film già visto nella corsa presidenziale statunitense:da un lato Hillary Clinton che rappresenta la parte democratica più “governativa” e che dovrà mediare le proposte di Bernie Sanders, dall’altro lato il campione del Grand Old Party […]

Continue reading
Antonia Pozzi, poetessa, e Francesca Woodman, fotografa. Il mistero di due suicidi del ‘900

Antonia Pozzi, poetessa, e Francesca Woodman, fotografa. Il mistero di due suicidi del ‘900

MARIO GAZZERI Ragazze interrotte Col senno del poi, non sarebbe stato difficile decifrare nei versi della poetessa italiana Antonia Pozzi e nelle fotografie dell’americana Francesca Woodman, le radici profonde di quel malessere esistenziale che le avrebbe condotte entrambe al suicidio, in giovanissima età. La poetessa milanese, figlia di genitori molto in vista negli ambienti della […]

Continue reading
Brasile. La destituzione di Dilma. Se non è un golpe è una congiura

Brasile. La destituzione di Dilma. Se non è un golpe è una congiura

LIVIO ZANOTTI Colpo di stato è un termine che evoca carri armati in strada e arresti in massa di oppositori. Invece la prima donna eletta in Brasile alla presidenza della repubblica da grandi maggioranze popolari e per due volte consecutive, Dilma Rousseff, è stata avvolta all’inizio in una ragnatela di controverse interpretazioni giuridico-amministrative sull’azione di […]

Continue reading
Renzi e il sisma che ridisegna il paesaggio politico

Renzi e il sisma che ridisegna il paesaggio politico

RODOLFO RUOCCO Alle volte tutto si è disintegrato ed è rimasta solo della polvere grigia, altre volte le case sono state sventrate e una facciata caduta ha aperto uno scorcio terribile su un armadio a muro ancora pieno di vestiti pronti per essere usati, in altri casi le costruzioni sono rimaste lesionate e pericolanti. Poche […]

Continue reading
Ricostruire dopo il terremoto. Idee e ideologia

Ricostruire dopo il terremoto. Idee e ideologia

ROBERTO D’AGOSTINO Dopo il profluvio di parole seguito al disastro di Amatrice e degli altri centri distrutti dal terremoto, penso che si possano dire alcune cose chiare in merito alla futura ricostruzione. In primo luogo vanno distinte le procedure e le necessità che riguardano la ricostruzione dei centri distrutti e del loro territorio di riferimento […]

Continue reading
Venezia. Tsunami turistico. Serve un commissario, come per il terremoto

Venezia. Tsunami turistico. Serve un commissario, come per il terremoto

SILVIO TESTA Del tutto in linea con il personaggio la reazione del sindaco Luigi Brugnaro alle denunce dell’Unesco e di Italia Nostra: parlare del degrado danneggia la città perché allontana i turisti, che dunque sono ancora pochi e vanno incrementati! Il vero problema della città non sono gli effetti nefasti di un turismo sfuggito ad […]

Continue reading
Percezione di Venezia. Per una distante necessità

Percezione di Venezia. Per una distante necessità

MASSIMO DONÀ Che Venezia potesse diventare immagine di una irrimediabile décadence, e che proprio per questo molti grandi artisti e intellettuali (soprattutto a cavallo tra Otto e Novecento) dovessero assumerla come modello per la rappresentazione di una estenuante e irrimediabile consumazione dello spirito, è quanto la realitas di questa città non avrebbe mai dovuto consentire. […]

Continue reading
LA BOMBA DI MODI TRA BALOCHISTAN E KASHMIR

LA BOMBA DI MODI TRA BALOCHISTAN E KASHMIR

BENIAMINO NATALE Parlando dagli spalti del Red Fort di Delhi in occasione della Festa della Repubblica, il 15 agosto scorso, il primo ministro Narendra Modi ha per la prima volta rivendicato apertamente il sostegno dell’India al movimento nazionalista del Balochistan. Si tratta di una regione nel nordovest del Pakistan nella quale gran parte della popolazione […]

Continue reading
La politica dell’antipolitica. Conversando col filosofo Massimo Donà

La politica dell’antipolitica. Conversando col filosofo Massimo Donà

DALL’ARCHIVIO DI ytali. CLAUDIO MADRICARDO “La democrazia non è il bene, è forse il male minore. La democrazia è un’illusione e non esiste. È ciò che rende sopportabile il politico, la vita sociale. Certo più sopportabile perché in qualche modo fa credere che tutti si decida intorno alle cose. Ma abbiamo le competenze per decidere su […]

Continue reading
Draghi, cicale e formiche

Draghi, cicale e formiche

DALL’ARCHIVIO DI ytali. FRANCESCO MOROSINI Il presidente della BCE Draghi è forse un nemico della virtù monetaria? Insomma, c’è qualcosa di diabolico nella sua guerra dichiarata alla deflazione, la cui ombra lambisce l’Eurozona? Se lo chiedono in Germania, soprattutto in Bundesbank (la Banca centrale tedesca), vedendo nella sua “medicina monetaria” un veleno. L’accusa è che […]

Continue reading
L’autodenuncia della Francia nel museo della deportazione di Lione

L’autodenuncia della Francia nel museo della deportazione di Lione

DALL’ARCHIVIO DI ytali. MARIO GAZZERI C’è un posto, a Lione, dove la Francia mette a nudo se stessa relegando in un angolo la sua storica propensione all’autoassoluzione. È un posto dove la Francia non usa specchi deformanti nella lettura del proprio passato, della propria storia. E il passato di cui qui si parla, e che […]

Continue reading
Il maremmano che scolpisce barche veneziane. Conversando con Matteo Tamassia

Il maremmano che scolpisce barche veneziane. Conversando con Matteo Tamassia

DALL’ARCHIVIO DI ytali. CLAUDIO MADRICARDO Se non fosse che si trova pienamente a suo agio con piallette da carpentiere, sgrossini, pialle da remér, a denti, storte, a treno e sponderuole e con tutto l’armamentario con cui si confronta un Maestro d’Ascia, Matteo Tamassia, quarantaquattro anni “ben stappati” a giorni, potrebbe passare per un topo di […]

Continue reading